L’antica città di Carsulae

29 luglio 2014
Carsulae

Gli amanti della storia non possono perdere l’occasione di visitare il sito archeologico di Carsulae. A pochi chilometri da Torre Palombara é stata riportata alla luce quella che in epoca romana fu una delle città umbre più rilevanti.

Il destino di un semplice agglomerato urbano cambia improvvisamente intorno al 220 a.C., quando il console Caio Flaminio da ordine di costruire l’omonima via consolare. Il percorso originale della strada avrebbe collegato Roma all’Italia e successivamente all’Europa Settentrionale passando in Umbria per Ocriculum (Otricoli), Narnia (Narni) e poi piegando attraverso Carsulae (San Gemini), Vicus ad Martis (Massa Martana) e infine Mevania (Bevagna). Di conseguenza Carsulae crebbe rapidamente, alimentata dal passaggio obbligato dei viaggiatori e dei commercianti.

Carsulae

Il non aver subito rimaneggiamenti in epoche successive, regala al visitatore la possibilità di capire la fisionomia di una città costruita più di 2000 anni fa e con l’aiuto delle guide scoprire la vita quotidiana di un romano negli anni d’oro di Carsulae.