Archivio dell'autore: Torre Palombara

Umbria Jazz 15

Umbria Jazz

La 42esima edizione di  Umbria Jazz avrà luogo dal 10 al 19 luglio 2015 a Perugia.

Il festival ebbe inizio nel 1973 e negli anni è diventato uno degli eventi di musica jazz più importanti al mondo. Come ogni anno anche nel 2015 la città di Perugia ospiterà per 10 giorni numerosi spettacoli e concerti nelle piazze e nei teatri della città.

Quest’anno a calcare il palco ci saranno artisti di fama mondiale come Tony Bennet e Lady Gaga, Paolo Conte, Subsonica, Cassandra Wilson e molti altri.

 

 

Scarica allegato in pdf
img1

Narnia Arts Academy

È la famosa pianista e compositrice Cristiana Pegoraro a fondare Narnia Arts Academy che nasce con lo scopo di accrescere la visibilità e rendere più comprensibile lo scrigno di arti e di storia che è l’Umbria.

Il programma è ricco di iniziative ed eventi e riesce sapientemente a coniugare master class, concerti, mostre e visite guidate nei luoghi più affascinanti di Narni.

Dal lavoro congiunto dell’accademia e del Comune di Narni, quest’anno, dal 15 luglio al 2 agosto avrà luogo la 4a edizione di “Narnia Festival” e del “Campus Internazionale di Alto perfezionamento Artistico”, eventi dedicati a danzatori, cantanti, strumentisti provenienti dalle migliori scuole internazionali, ma ovviamente anche agli appassionati.

Inoltre, il Comune di Narni e Narnia Arts Academy in collaborazione con l’Italian Committee on Education organizzano corsi estivi di lingua e cultura italiana per stranieri ad ogni livello linguistico.

Sensational Umbria

Sensational Umbria

Dopo il successo dello scorso anno a Perugia, dal 12 aprile al 15 luglio, Steve McCurry torna a presentare i suoi scatti. La mostra avrà luogo a Spello all’interno delle sale della Pinacoteca Civica.

In questa esposizione il visitatore avrà la possibilità di ammirare i migliori scatti del famoso fotografo ottenuti durante i suoi numerosi viaggi in Umbria.

Gli scatti sanno evidenziare le caratteristiche dell’arte, dei sapori, dell’artigianato, delle mete religiose e degli eventi della regione.

La mostra, attraverso l’occhio indagatore di McCurry, sa ben sintetizzare il connubio di valori antichi e moderni di una terra ricca di suggestioni come la nostra.

 


Video promozionale Sensational Umbria »
manifesto_spoleto58_rid

Festival dei Due Mondi – Spoleto

Il maestro e compositore Gian Carlo Menotti istituì la manifestazione nel 1958 con l’intenzione di creare un gemellaggio fra le culture di mondi artistici come quello americano ed europeo (da qui il nome del festival definito, appunto, “dei due mondi”) e che celebrasse le arti in tutte le loro forme.

Menotti scelse fra tante Spoleto come città ideale per il suo festival grazie ai teatri e anfiteatri di cui dispone, ma anche per la splendida cornice che offre il Duomo.

Dalla prima edizione ad oggi, innumerevoli sono state  le celebrità di fama mondiale che hanno preso parte al Festival dei Due Mondi.

Il programma artistico ha inizio il 26 giugno e si conclude il 12 luglio con il tradizionale Concerto in Piazza del Duomo.

Conosciuto più all’estero che in patria, Il Festival dei Due Mondi è stato e continua ad essere uno degli appuntamenti culturali più importanti ed innovativi a livello mondiale.

Corsa all'Anello di Narni

Corsa all’Anello di Narni

La Corsa all’Anello è una magnifica ed autentica rievocazione medioevale che si svolge a Narni dall’ultima settimana del mese di aprile alla seconda domenica di maggio, giorno della corsa. Tale rievocazione fonda su i festeggiamenti del patrono di Narni, Giovenale, e si festeggia il 3 maggio.

La notte del 2 maggio si teneva una processione solenne per le vie di Narni fino a giungere nella cattedrale. Il 3 maggio, dopo una solenne celebrazione religiosa, iniziava la parte ludica della festa in particolar modo attraverso le gare de “la Corsa del Palio” e de “la Corsa all’Anello” che vedevano coinvolti cavalli e cavalieri dei tre terzieri della città.  

La “Corsa all’Anello”  consisteva nell’infilzare con una lancia, correndo al galoppo, un anello,tenuto sospeso da due fili sottili.

Corsa all'Anello di Narni

Come nel Medioevo, oggi, la città di Narni è divisa in tre rioni, denominati terzieri, che prendono il loro nome in base alla parte di collocazione della città che contraddistinguono.

Nella rievocazione moderna, come nel passato, il sabato antecedente la corsa all’anello, Narni si trasforma in un teatro medievale grande quanto la città. Un lungo corteo di circa 600 costumanti sfilerà per le vie illuminate da fiaccole e colorate dalle bandiere dei terzieri esposte alle finestre dai cittadini.

Narni oggi, durante la festa si arricchisce di mostre, fiere ed eventi che richiamano il medioevo, e permette di poter mangiare nelle antiche taverne riaperte ogni anno per questo magnifica rievocazione.

Corsa all'Anello di Narni

Lo Speco di San Francesco

Lo Speco di San Francesco

Consigliamo vivamente soggiornando a Torre Palombara di dedicare una visita allo Speco di San Francesco, per rivivere il misticismo e l’amore per la natura di questo grande Santo.

Lo Speco Francescano si trova in splendida posizione a pochi chilometri da Narni e da Torre Palombara ed è uno dei santuari francescani più autentici, non solo perché fu fondato da San Francesco nel 1213 mentre compiva il suo giro apostolico nella bassa Umbria, ma perché in esso si sente tutto ciò che forma la caratteristica dello spirito del santo di Assisi: misticismo, poesia, amore, pace.

Una piccola cappella e un antro e forse una capanna erano il rifugio dove passare la notte. San Francesco si fermò e vi lasciò un gruppo di discepoli.

Un eremo immerso nella natura

Lo Speco é immerso nel verde, in posizione dominante. Il piccolo chiostro risale al ’400, quando San Bernardino da Siena fece costruire il dormitorio. Nel chiostro si può ammirare la cappella di San Silvestro. La chiesa del convento è della fine del 1500, molto semplice, conserva nella cappella una bellissima croce a intarsio di madreperla e un calice del ’400 originale per materiale con cui è fatto. Salendo dalla chiesa si arriva alla cella di San Francesco dove è custodito il “letto”: quattro legni sconnessi.

Nel bosco del convento si trova una grande fenditura nella roccia. E’ lo Speco, luogo preferito da San Francesco per ritirarsi in preghiera e fronte si trova un grande castagno. Narra la tradizione, che il Santo, prima di lasciare lo Speco, levò le braccia in segno di saluto, cantando le bellezze della natura e lodando Dio, piantò in terra il suo bastone , che divenne albero vigoroso e che, dopo tanti secoli, ancora sembra voler ricordare il canto, la poesia e la preghiera del santo.

 

 

Tags: , ,
La Fiorita di Castelluccio

La Fiorita di Castelluccio

L’estate è uno dei periodi migliori per godere dei vivaci colori della natura umbra e Castelluccio di Norcia ve ne da un assaggio: la Fiorita.

Tra la fine di maggio ed i primi giorni di luglio l’altopiano del comune lascia campo libero alla magia della natura. I fiori sbocciano e conferiscono ai tre piani un’atmosfera dal carattere caleidoscopico. Le specie floreali che colorano i tre piani come narcisi, asfodeli, genzianelle, papaveri e viole (per citarne alcune), creano sfumature cha vanno dal giallo al rosso, dal bianco al viola in un continuo e confuso ma non meno affascinante puzzle di colori.

Nella terza e ultima domenica di giugno a Castelluccio si tiene anche la festa della Fiorita (o Fioritura). Quest’anno l’evento è programmato per domenica 29 giugno. Durante questa giornata si avvicenderanno eventi religiosi e non. Si inizia con la Santa Messa (celebrata in una cappella nei pressi della pineta a forma d’Italia) per poi continuare con spettacoli con animali, di volo libero e concludere con la gara del lancio del sacchetto della lenticchia (prodotto tipico di Castelluccio di Norcia).

 


Come raggiungere Castelluccio. »
Narni Sotterranea

Narni Sotterranea

Siamo lieti di consigliarvi, soggiornando a Torre Palombara, una sosta alla vicina città medievale di Narni e vivere l’esperienza unica di una visita a Narni Sotterranea.

Per chi ama l’arte e la storia, Narni Sotterranea offre un’importante varietà di ambienti da visitare.
Il principale è Narni Sotterranea stessa, con la visita guidata nei locali dell’antico convento di San Domenico. Qui potrete scoprire una chiesa affrescata del XII secolo, sarete catapultati indietro di 2000 anni per ammirare una profonda cisterna e accompagnati virtualmente nell’acquedotto romano dell’antica Narnia. Riuscirete ad emozionarvi di fronte alle segrete dell’inquisizione ed ai graffiti lasciati in una cella dai prigionieri. Per proseguire nell’ex cattedrale di San Domenico, dove sarete rapiti dall’ultima splendida scoperta, un mosaico bizantino del VI sec.

La visita nei Sotterranei non è una visita convenzionale, la storia di cui parliamo è iniziata secoli fà con l’istituzione del Sant’Uffizio, ma continua ancora oggi ad intrecciarsi con il presente.

Carsulae

L’antica città di Carsulae

Gli amanti della storia non possono perdere l’occasione di visitare il sito archeologico di Carsulae. A pochi chilometri da Torre Palombara é stata riportata alla luce quella che in epoca romana fu una delle città umbre più rilevanti.

Il destino di un semplice agglomerato urbano cambia improvvisamente intorno al 220 a.C., quando il console Caio Flaminio da ordine di costruire l’omonima via consolare. Il percorso originale della strada avrebbe collegato Roma all’Italia e successivamente all’Europa Settentrionale passando in Umbria per Ocriculum (Otricoli), Narnia (Narni) e poi piegando attraverso Carsulae (San Gemini), Vicus ad Martis (Massa Martana) e infine Mevania (Bevagna). Di conseguenza Carsulae crebbe rapidamente, alimentata dal passaggio obbligato dei viaggiatori e dei commercianti.

Carsulae

Il non aver subito rimaneggiamenti in epoche successive, regala al visitatore la possibilità di capire la fisionomia di una città costruita più di 2000 anni fa e con l’aiuto delle guide scoprire la vita quotidiana di un romano negli anni d’oro di Carsulae.

Gli itinerari del Cashmere

Gli itinerari del Cashmere

L’Umbria è una regione ricca di storia e tradizioni nella lavorazione del cashmere. Il cashmere italiano più pregiato è lavorato da abili artigiani umbri, la cui eccellenza rappresenta una parte significativa della produzione Made in Italy.

Marchi prestigiosi di moda, conosciuti in tutto il mondo, utilizzano per la lavorazione di questo tessuto piccoli laboratori artigianali in Umbria che producono capi di altissima qualità’ e utilizzano solo le migliori filature italiane.

La maestria degli artigiani umbri che lavorano questo prodotto e l’attenzione maniacale che viene posta alle rifiniture e alla vestibilità permettono a questi capi di essere indossati e conservati per tutta la vita.

Durante il vostro soggiorno a Torre Palombara, potrete visitare una affermata azienda-laboratorio artigianale, la Martini Srl, che oltre ad avere la propria linea “Barna”, lavora per altri marchi e stilisti noti sia in Italia che sulla scena internazionale. 

Visitando questo luogo, accompagnati dal titolare e dai suoi collaboratori durante tutte le fasi del processo di trasformazione del cashmere, avrete anche la possibilità di acquistare a prezzi vantaggiosi capi di altissima qualità direttamente in azienda.


VERIFICA LA DISPONIBILITA’ E PRENOTA QUESTO SERVIZIO »